top of page
  • Immagine del redattoreIl Ricordo di Sé

Effetti del lavoro sulla materia

Quando pensiamo alla Presenza e al lavoro su di sé, dobbiamo considerare che si tratta di un processo materico, oltre che psicologico. Secondo il sistema le due cose non sono in contraddizione. L'anima in un certo senso è fatta di cristallo, ovvero costituita da materiali finissimi 'trasformati' gradualmente che a un certo punto cristallizzano in modo permanente. Da quel momento i Centri Superiori sono sempre attivi. Questo contraddistingue un uomo conscio.

Come funzionino queste particelle di anima e come esattamente si creino per me è un mistero. Posso solo verificare la differenza di essere e come cose che prima non sono possibili, a un certo punto lo diventino. Lo verifico come si potrebbe verificare la crescita in altezza di un bambino anche senza sapere esattamente come essa si realizzi nel corpo fisico. Qualche giorno fa visitavo con mio figlio il museo di scienze naturali di Milano, dove c’è una ricca sezione iniziale che rappresenta il mondo minerale. Alcune forme di minerali hanno sagome e colori decisamente sorprendenti. Cristalli con superfici perfettamente lisce, cubi ed esagoni impeccabili, che sono il frutto di precise leghe, temperature e pressioni. Qualcosa di simile deve accadere a un uomo per farlo diventare conscio. Spiega il signor G. di Ouspensky: “… il 'corpo astrale' nasce dalla stessa materia dalla quale nasce il corpo fisico. Solo il processo differisce. Il corpo fisico è, per così dire, compenetrato in ogni sua cellula dalle emanazioni della materia si 12. E quando la saturazione è giunta ad un grado sufficiente, la materia si 12 comincia a cristallizzare. Alla cristallizzazione di questa materia corrisponde la formazione del 'corpo astrale' ”. (*per informazioni sul si 12 potete cercare in queste pagine) I processi che noi siamo soliti considerare come meramente psicologici e quindi astratti - affrontare paure, superare identificazioni, accettare emozioni spiacevoli - sono in realtà materici. Questo implica che i nostri sforzi nel lavoro producano cambiamenti reali nella materia che ci circonda. All’interno di una Scuola questi cambiamenti materici hanno conseguenze e influenzano le rispettive possibilità di crescere dei diversi soggetti coinvolti. E probabilmente questo accade anche al suo corpo più esterno, quello dei centri magnetici che le gravitano intorno: di fatto, voi che state leggendo. Anche a questo si riferiva il signor Gurdjieff quando diceva che quel che ‘uno guadagna, tutti guadagnano’. Lo sforzo che metto nello scrivere questo post sta modificando la materia per me e per chi lo leggerà. In gradi diversi secondo il livello di Presenza, sta producendo e produrrà un cambiamento reale.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page