top of page
  • Immagine del redattoreIl Ricordo di Sé

il tipo marziale

Scendiamo al punto 5 dell’Enneagramma per incontrare il tipo Marziale. Marte, lo sappiamo, è il dio della guerra. Le ghiandole endocrine che ricevono l’influenza di questo pianeta sono le surrenali, collocate, come dice il nome, al di sopra dei reni e responsabili delle reazioni in caso di emergenza ‘combatti o fuggi’. Guerra quindi, ma anche competizione, emergenza, stress. Il tipo marziale è infatti il prototipo del guerriero. Forte, spesso non alto, con ampio torace e gambe magre, non di rado con capelli rossi e lentiggini, oppure con capelli diversi da quelli del tipo ricorrente nell’ambiente: scuri nei paesi nordici, biondi al sud. È un tipo attivo e negativo. La sua energia competitiva lo porta a raccogliere le sfide e a parlare agli altri in modo molto diretto, senza mezzi termini. Può avere una resistenza fisica, una sopportazione delle avversità e una determinazione grandissime, e riuscire là dove parecchi altri hanno già decretato un’impresa come impossibile. Non si lamenta e procede. Militari, sportivi, businessman hanno spesso delle componenti marziali. Gurdjieff era in parte un tipo Marziale, e riuscì a far sopravvivere se stesso, la sua famiglia e i suoi studenti attraverso guerre e rivolgimenti. Una delle caratteristiche o debolezze principali è la caratteristica di Potere. Spesso il Marziale farà personalmente anche cose che spetterebbero ad altri, privandoli quindi della possibilità di agire a loro volta, perché ‘Qualcuno doveva pur farlo’; oppure: ‘Se non lo facevo io chissà che pasticcio avrebbero combinato / chissà quanto avrebbero aspettato a partire’. Le popolazioni anglosassoni - inglesi e americani, abbondano di tipi Saturnino-Marziali. I film americani d’azione sono pieni di eroi Marziali (mentre i cattivi spesso sono Mercuriali). Il pianeta rosso ha due lune, che si chiamano Phobos e Deimos, ovvero Paura e Panico. Questo ci porta alla seconda caratteristica o debolezza di questo tipo di essenza: la Paura, ovvero il sentirsi spaventati da situazioni che potrebbero invece essere risolte altrimenti. Le ghiandole surrenali secernono adrenalina, responsabile sia dei comportamenti aggressivi, sia di quelli di chi fugge terrorizzato - del leone e della gazzella. Nell’immagine, un robusto e competitivo atleta marziale.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page