top of page
  • valerialama30

Buon anno nuovo


Il post di questo lunedì coincide con il primo giorno dell'anno. Giornata importante!

Mentre il cielo si riempie di maestosi fuochi d'artificio, non trovo nulla di speciale da dire. Nessuna ispirazione.

Su quale idea sto lavorando ultimamente?

Vuoto.

Che comprensioni ho avuto di recente?

Vuoto.

Parlerò di questo. Dei momenti in cui nel lavoro non sembra succedere nulla di rilevante.

Spesso sono i momenti in cui si sperimenta meglio l'umiltà e cade qualche altro pezzo di ritratto immaginario. Non siamo speciali, ma possiamo essere presenti.

Di solito rappresentano un intervallo, in cui ci stiamo preparando a salire un nuovo gradino, anche se lo scopriremo solo dopo. Quindi, conviene in ogni caso andare avanti.

Nel frattempo, questo vuoto ci spaventa e ci fa pensare che qualcosa non vada, il che ci dà l'opportunità di lavorare con l'autocommiserazione e l'autodeprecazione. Il mio Maestro dice che quando sembra che manchi qualcosa, sei tu che manchi.

Grazie a questo senso di vuoto piano piano impariamo che ogni giorno, ogni momento conta, anche il più apparentemente insignificante.

Ogni giorno, se siamo presenti, celebriamo il primo giorno dell'anno.

Buon anno nuovo. Buona Presenza.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page