top of page
  • Immagine del redattoreIl Ricordo di Sé

in che modo si ritrova l'essenza?

L’essenza condiziona i propri gusti. Si può ritrovare ricordando ciò che ci piaceva da piccoli. Oppure quello che ci piace ancora adesso in maniera irrinunciabile. Per me, ad esempio, è il mare. Non riesco a stare troppo a lungo senza immergermi sotto alla sua superficie. Tante cose mi piacciono, ma quella, la mia macchina la sente come un bisogno primario.

L’essenza è più semplice della personalità. In linea di principio un contadino sarà più in essenza di un intellettuale. Pertanto, la compagnia di un contadino stimolerà maggiormente l’essenza di quella di un intellettuale. Un grande aiuto è la compagnia di bambini piccoli, cani, gatti e altri animali - anche piante. Funziona bene anche il comunicare con persone con le quali non c’è una lingua in comune. Senza le parole, si taglia fuori la personalità. Si parla a gesti, col sorriso, mettendo in bocca all’altro un cibo per farglielo assaggiare.

L’essenza è inoltre legata al proprio centro di gravità, in dettaglio. Molte persone che hanno un lavoro che non si addice troppo alla propria essenza, scelgono di coltivare una passione, un hobby, poiché l’essenza non manifestata crea disagio. Se uno è una regina motoria, forse sceglierà di praticare uno sport. Un fante motorio potrebbe rilassarsi con l’uncinetto. Un re, con complessi lavori artigianali. Attività legate al proprio centro di gravità ci aiutano a stare in essenza, che generalmente viene sentito come una condizione di benessere rispetto alla personalità.

Inoltre, l’essenza è legata al discorso dei tipi umani, che comincerò ad affrontare la settimana prossima - richiederà diversi post. I tipi umani sono tipi di essenza; ciascuno ha le sue tendenze e preferenze, il suo metabolismo, il suo modo di pensare e di interagire con l’esterno.

Attrazioni e repulsioni ‘a pelle’ sono legate all’essenza.

Non esprimere emozioni negative fa crescere e maturare l’essenza.

Studiare l’arte e nutrirsi di bellezza educa l’essenza.

Un certo tipo di vanità - il desiderio della personalità di essere spiritosi o arguti - è una forza che ci tiene lontani dall’essenza. Rinunciandovi, si entra in essenza.

In falsa personalità abbiamo una certa tendenza ad uniformarci agli altri. L’essenza riconosce e rispetta certe differenze.

Problemi dell’essenza: può essere rozza o violenta, credulona, fragile, impressionabile. Tende ad identificarsi con ciò che osserva.

Senza la presenza, l’essenza non è che una creatura meccanica - un animale.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page