top of page
  • Immagine del redattoreIl Ricordo di Sé

io, chi sono?

Mi piace questa antica opera d’arte ricavata da una conchiglia.

È delicata e graziosa. La forma naturale della conchiglia diventa un mantello fluttuante, che all’interno ha decorazioni appena visibili. All’esterno un volto, indecifrabile. È sufficiente questo dettaglio a farci vedere la conchiglia come una persona.

All’interno, un vuoto. Come un vento invisibile che la sostiene. Un respiro.

Quando guardo dentro me stesso, scorgo un paesaggio simile.

Tutto ciò che posso osservare è esterno al mio vero Io.

Il corpo. I pensieri. Le sensazioni, le emozioni. Le mie opinioni, la mia storia personale.

A ben vedere, so che c’è qualcosa d’altro che osserva tutto questo. Perciò, in alcune tradizioni, questo qualcosa è chiamato Il Testimone.

Il ricordo di sé è la consapevolezza di questo vuoto, attivo e radiante, che osserva tutte le cose e se stesso, si riconosce in ciò che vede, e non può essere notato da nessun altro.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page