top of page
  • Immagine del redattoreIl Ricordo di Sé

Ouspensky sulle scuole

(di Giacomo Bardazzi)

Da ‘La Quarta Via’:

D. Cosa costituisce una scuola?

R. In termini generali una scuola è un posto dove uno può imparare qualcosa. Ci possono essere scuole di lingue moderne, scuole di musica, scuole di medicina e così via. Ma il tipo di scuola che io intendo, non è soltanto per imparare, ma anche per divenire diversi. È stato spiegato prima che nessuno può lavorare da solo, senza una scuola. Deve anche esservi chiaro ormai che un gruppo di persone le quali decidano di lavorare da sole non arriverà da nessuna parte perché esse non sanno dove andare o cosa fare.

Possiamo quindi dire che una scuola è un’organizzazione per la trasmissione a un determinato numero di individui preparati di conoscenza proveniente da menti superiori. Questa è la caratteristica più essenziale di una scuola. Un altro fatto importantissimo è la selezione degli studenti. Soltanto individui con una certa preparazione e con un certo livello di comprensione vengono ammessi a una vera scuola…Non si può passare direttamente dall’assurdità della vita ordinaria alla scuola. Anche se una scuola fa tutto il possibile per dare qualche cosa a un uomo, se questi non è preparato, se non sa come prenderla, non gli può essere data.

D. Cosa significa essere preparato?

R. Prima di tutto è necessario essere preparati per qualsiasi livello nel quale si può cominciare, non soltanto dal punto di vista della conoscenza, ma anche dal punto di vista dell’essere. Bisogna rendersi conto della propria situazione, sapere ciò che non si può fare da soli, comprendere che si ha bisogno di aiuto, e parecchie altre cose…Inoltre uno può entrare in una scuola soltanto quando ha perduto, o è preparato a perdere, almeno una certa quantità di ostinazione. L’ostinazione è l’ostacolo principale all’entrata in una scuola, perché una scuola significa non soltanto apprendimento, ma anche disciplina. E alcune persone possono trovare la disciplina noiosa o inutile.

D. C’è una forma di esame che bisogna superare prima di entrare in una scuola?

R. L’esame è quasi continuo, prosegue sempre, e non soltanto prima di entrare in una scuola, ma anche quando si è già nella scuola.

D. Una scuola mi aiuterà a prendere decisioni che influenzeranno il futuro?

R. Tutto ciò che posso dire è che quanto fate oggi formerà il domani, perciò il domani dipende da ciò che fate oggi. Potete cambiare il futuro ora: questo è ciò che va compreso. Nella vita ordinaria non potete cambiare nulla, ma quando cominciate a sapere avete maggior potere per cambiare.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page